Antonio Montani nuovo presidente generale del Club alpino italiano

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 mag. (askanews) - Antonio Montani è il nuovo presidente generale del Club alpino italiano (Cai) per il triennio 2022-2025. Ad eleggerlo è stata l'assemblea dei delegati, che si è tenuta ieri al Pentagono di Bormio, dove sono intervenuti 441 Delegati, con 464 deleghe, per un totale di 905 voti, a rappresentare 416 Sezioni di tutta Italia. Al neopresidente sono andati 452 voti, mentre all'altro candidato Francesco Carrer ne sono andati 445.

Lo ha riferito in una nota il Cai, spiegando che Antonio Montani prende il posto di Vincenzo Torti, non più rieleggibile dopo due mandati alla presidenza in base al regolamento del Cai sui limiti degli stessi (era in carica dal 2016). All'ordine del giorno dell'assemblea di ieri anche l'elezione di uno dei tre vicepresidenti generali: Laura Colombo, iscritta alla Sezione di Olgiate Olona (Varese), è stata eletta con 382 voti. In chiusura dei lavori i vicepresidenti generali Francesco Carrer e Lorella Franceschini hanno rassegnato le proprie dimissioni.

Architetto classe 1972, socio della Sezione di Pallanza (Verbania) dall'età di sei anni, Montani è stato presidente della sua Sezione e coordinatore del Gruppo intersezionale Est Monte Rosa, prima di ricoprire le cariche di consigliere centrale e di vicepresidente generale. "La condivisione delle scelte strategiche è alla base del mio programma di lavoro, in particolare sui giovani, l'alpinismo, la sentieristica e i nuovi linguaggi di comunicazione" ha dichiarato Montani, sottolineando che "il Cai può dare un contributo allo sviluppo della montagna con un turismo ispirato ai principi della sostenibilità e dell'etica".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli