Antonio Risi investito a Roma: l’appello dei figli

antonio risi investito

L’incidente mortale risale al 6 Giugno 2019. Quel giorno Antonio Risi fu travolto e ucciso da un pirata della strada poi fuggito alla periferia est di Roma. Immediatamente soccorso e trasportato prima all’ospedale Casilino e poi al Policlinico Umberto I di Roma, Antonio Risi è morto il giorno seguente a causa delle gravissime ferite riportate in seguito all’incidente.

Stando a quanto riportato dal sito roma.fanpage.it, i figli stanno facendo tutto il possibile per rintracciare l’investitore. “Sto cercando in tutti i modi di cercare testimoni” racconta la figlia Noemi “Mio papà è stato investito a Torre Maura il 6 giugno. La persona che l’ha investito è scappata, noi vorremmo sapere chi è e se c’è qualche testimone”.

Antonio Risi investito a Roma

Secondo la ricostruzione dell’incidente, Antonio Risi si trovava in via dell’Albanella, zona Torre Maura, periferia est della Capitale. Lì un’automobile o un furgone l’ha preso in pieno mentre camminava sul lato della strada tra le 5 e le 6 del mattino del 6 Giugno. “Una persona ha sentito un forte botto, si è affacciata, ha visto un uomo a terra. E’ tutto ciò che sappiamo. Era sul lato della strada ed è stato preso da un’automobile o un furgone, non lo sappiamo”, spiega la figlia.

Poi l’appello rivolto a tutti, nella speranza di otteenere qualche informazione in più: “Chiunque abbia visto qualcosa o sappia qualcosa, può contattare l’ufficio Le Torri della polizia locale. Ci rivolgiamo a chiunque possa aiutarci, anche in forma anonima”. Martedì 1 Ottobre 2019, a Torre Maura, si è tenuta una fiaccolata in ricordo di Antonio Risi.