Anzaldi (Iv): con due mosse Renzi ha messo in crisi M5s-Lega

Pol-Afe

Roma, 28 gen. (askanews) - "Fa bene Renzi a ricordare la mossa del cavallo di agosto: accettare il governo con M5s pur di mandare a casa Salvini e salvare regioni come l'Emilia Romagna, mentre il segretario Zingaretti voleva andare alle elezioni subito. Andrebbe però ricordata anche un'altra mossa, che ha portato al declino inesorabile di oggi del Movimento 5 stelle: dire no al governo con M5s dopo le elezioni politiche del 5 marzo 2018, quando i grillini erano al loro massimo storico e il Pd in difficoltà". Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi.

"Grazie a Renzi e al #senzadime, fu evitato - prosegue Anzaldi - quell'abbraccio mortale, cercato invece da una parte autorevole del Pd, che avrebbe significato aprire un'autostrada a Di Maio e soci. Con due mosse, in meno di due anni Renzi ha messo pesantemente in crisi i populisti. Peccato che nel Pd siano in pochi, oggi, a riconoscerglielo".