Anzaldi (Iv): conflitto interessi portavoce Salini? Rai chiarisca

Fdv

Roma, 21 nov. (askanews) - "La Rai chiarisca se quanto rivelato da Striscia la notizia corrisponde al vero: davvero l'azienda ha dato un appalto per chiamata diretta all'agenzia di comunicazione dove ha lavorato per anni l'attuale portavoce di Salini, Marcello Giannotti? Davvero per programmi di punta come Viva Raiplay di Fiorello o il programma di prima serata di Mara Venier è stato affidato senza gare l'incarico per l'ufficio stampa alla società Mn Italia, la stessa dove Giannotti lavorava prima di arrivare in Rai? È stato proprio Giannotti a decidere questi affidamenti, come sostiene Striscia? Siamo di fronte ad un caso di conflitto di interessi?". Lo scrive su facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, che annuncia la presentazione di un'interrogazione alla Rai.

"Davvero la Rai, che conta - prosegue Anzaldi - centinaia di giornalisti, molti anche senza incarico, ha bisogno di affidare all'esterno l'ufficio stampa dei programmi? Il corposo ufficio stampa interno dell'azienda, a capo del quale è stata di recente nominata una giornalista del Tg1 con triplo scatto di carriera in un colpo solo che non ha paragoni in nessuna altra azienda, non era in grado di gestire i rapporti con la stampa di questi programmi? E allora che ci sta a fare? È questo il modo in cui vengono spesi i soldi del canone? Presento un'interrogazione, la Rai faccia chiarezza".