Anzaldi (Iv): a Natale servizi fotocopia nei Tg, Salini che dice?

Pol/Bar

Roma, 26 dic. (askanews) - "Il giorno di Natale gli italiani che si sono sintonizzati sui telegiornali Rai hanno assistito a servizi fotocopia nelle edizioni di pranzo e cena dello stesso tg, alla riproposizione delle stesse interviste sul Natale in tutti i tg Rai, all'utilizzo degli stessi materiali video sostanzialmente in tutta l'informazione Rai. In pratica paghi tre Tg ma ne vedi uno, sempre lo stesso". Lo ha scritto su Facebook il deputato di Italia viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

"L'amministratore delegato Salini cosa pensa - ha aggiunto - dei servizi fotocopia nel giorno di 'superfestivo'? Risparmio o ennesimo spreco? Si pagano decine di giornalisti quasi quattro volte la paga ordinaria per avere lo stesso prodotto in tutti i tg, spesso preso dalle sedi regionali?".

"Sembra la brutta copia - ha proseguito Anzaldi - del progetto della newsroom unica, varato dall'ex direttore generale Gubitosi con il via libera di Cda e commissione di Vigilanza allora presieduta dal presidente Fico ma mai applicato dall'azienda, sebbene avrebbe portato risparmi per 70 milioni di euro all'anno. I servizi fotocopia, però, sono arrivati in un giorno particolare per le redazioni Rai: un 'superfestivo'. Il superfestivo Rai viene pagato il 360% in più della paga ordinaria, in base alla propria qualifica. Sono cinque i giorni superfestivi Rai nel corso dell'anno: Capodanno, Primo Maggio, Pasqua, Ferragosto, Natale. Ogni giornalista può fare obbligatoriamente solo due di questi cinque giorni. Per esemplificare: se la paga di una giornata ordinaria è pari a 100 euro, il superfestivo di Natale Rai viene pagato 360 euro in più. Uno straordinario che ha pochi paragoni in altre aziende, pubbliche e private", ha concluso l'esponente di Iv.