Anzaldi(Iv): Pd vuole pluralismo in Rai? Rimuovere Foa da Cda

Adm

Roma, 22 gen. (askanews) - Se il Pd vuole davvero "ripristinare il pluralismo" in Rai deve iniziare con la rimozione di Marcello Foa dal consiglio di amministrazione. Lo dice Michele Anzaldi, deputato di Iv e segretario della commissione di Vigilanza.

"E' positivo - afferma - che ora anche l'attuale dirigenza del Pd si accorga che a Cartabianca non viene rispettata la Par condicio, a pochi giorni dalle elezioni regionali in Emilia e Calabria: meglio tardi che mai. Se, però, il Pd vuole davvero ristabilire il pluralismo in Rai, dovrebbe chiedere al ministro Gualtieri di fare ciò che è in suo potere per far tornare il rispetto della legge nel servizio pubblico: rimuovere Foa dal Cda per dare all'azienda un vero presidente di garanzia".

"Se il Pd non fa questo, allora significa che siamo solo di fronte - prosegue Anzaldi - a mosse tattiche, finalizzate magari a sedersi al tavolo della spartizione di qualche direttore o vicedirettore. La trasformazione della Rai in TeleSalvini va avanti anche con Salvini all'opposizione. Oggi il Tg2, unico dei tg Rai, ha totalmente censurato la vergognosa citofonata di Salvini a Bologna: nessuno spazio alle tantissime proteste, comprese quelle ufficiali della Tunisia. Con questa scelta, che conferma quanto la mossa del leader della Lega sia stata un autogol, si danneggia la correttezza dell'informazione".