Anzaldi (Pd): Corte Conti blocca pagamenti Fazio? Rai chiarisca

Pol/Bac

Roma, 12 gen. (askanews) - "Se fosse vero che i pagamenti a Fabio Fazio e alla sua società sono bloccati per le indagini che la Corte dei Conti starebbe portando avanti sul mega contratto milionario che la Rai ha garantito al conduttore, sarebbe opportuno che l'azienda con trasparenza lo dicesse e spiegasse come stanno le cose, con una smentita o una conferma ufficiale". Lo scrive su Facebook il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai.

"Secondo Dagospia - prosegue - il conduttore, a cinque mesi dall'inizio delle sue trasmissioni su Raiuno, non avrebbe ancora ricevuto alcun pagamento, a causa delle indagini della magistratura contabile. Saremmo di fronte alla conferma dei tanti dubbi che mi hanno spinto, lo scorso giugno, a presentare un esposto alla Corte dei Conti e all'Anac su quel contratto che vìola il tetto agli stipendi, la legge sugli appalti, i principi di buona amministrazione e anche il buonsenso. Resta ancora oscuro il motivo per cui la Rai, prima industria culturale del nostro Paese, abbia voluto sottostare al ricatto di Fazio, che aveva vincolato la sua presenza nel servizio pubblico alla firma quadriennale di un contratto milionario con la sua società, creata ex novo proprio per produrre la sua trasmissione che è in realtà un affermato marchio Rai. Un intreccio opaco, che sarebbe ancora più oscuro se non arrivasse a stretto giro una smentita ufficiale, oppure una conferma con relative spiegazioni, da parte dell'azienda. Parliamo, infatti, di soldi degli italiani, che finanziano la Rai con quasi due miliardi di euro di canone all'anno", conclude.