Anzaldi (Pd): da Agcom bocciatura, Rai rischia fino a 72 mln multa

Luc

Roma, 23 lug. (askanews) - "Il durissimo procedimento dell'Agcom contro la Rai rappresenta una bocciatura senza precedenti: il servizio pubblico rischia una sanzione fino a circa 72 milioni di euro, il 3% del fatturato 2018, a causa dell'indegna occupazione dell'informazione da parte di Salvini e Di Maio". Lo scrive su facebook il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

"In qualsiasi altra azienda, direttori di tg e di rete - prosegue Anzaldi - che mettono a rischio in questo modo i conti e il buon nome aziendale verrebbero immediatamente allontanati, oltre a ricevere una pesante richiesta danni. L'Agcom di Cardani, grazie al lavoro del commissario Morcellini, prende un provvedimento storico, che finalmente sanziona una situazione intollerabile: il servizio pubblico, pagato dal canone di tutti i cittadini (e non solo di chi vota Lega o M5s) è tenuto al massimo rispetto del pluralismo e della correttezza dell'informazione, basta propaganda con i soldi degli italiani".