Anziana rapinata e violentata a Messina: arrestati due minorenni

anziana rapinata e violentata

Si sono introdotti a casa di un’anziana, poi l’hanno rapinata e violentata, riducendola in fin di vita. Protagonisti di questa drammatica storia di violenza sono due minorenni di Messina, rispettivamente di 17 e 14 anni. La polizia della città siciliana li ha fermati e condotti in un centro di prima accoglienza presso il Tribunale dei minori.

Anziana rapinata e violentata

L’allarme è stato lanciato dalla figlia della vittima, che ha trovato la madre in fin di vita nella sua abitazione di Messina. L’anziana, che ha tentato di oppure resistenza all’aggressione, è stata rapinata e violentata dai due minori. Date le gravi condizioni in cui versava, è stata trasferita d’urgenza in ospedale, dove i medici le hanno diagnosticato ferite, fratture multiple ed escoriazioni su tutto il corpo.

I due minorenni dovranno ora rispondere delle accuse di rapina aggravata, tentato omicidio, violenza sessuale e atti a offendere. L’identità dei due ragazzi non è stata resa nota, ma secondo le prime ricostruzioni sembra che uno dei due sia un amico del nipote dell’anziana. Forse proprio la familiarità del volto del ragazzo l’ha convinta ad aprire la porta ai giovani, ma quando i due si sono introdotti nell’appartamento hanno cominciato a rovistare alla ricerca di denaro e oggetti preziosi. Quando la donna ha cercato di opporsi, i ragazzi l’hanno scaraventata a terra, per poi abusare di lei.

La polizia ha potuto risalire rapidamente all’identità degli aggressori anche grazie alla testimonianza dell’anziana. Al momento del fermo, i due minori indossavano ancora i vestiti coperti del sangue della vittima.

LEGGI ANCHE: Demi Moore violentata a 15 anni