Anziani digitali e stranieri iperconnessi. Boom delle Smart Tv -2-

Sav

Roma, 3 ott. (askanews) - I dati della ricerca di base Auditel dicono che avere un minore in casa rappresenta un formidabile volano per la crescita di tutti i consumi, in particolare di quelli di nuove tecnologie: dove ci sono minori si moltiplicano i device, soprattutto quelli mobili e la connessione a internet deve essere sempre assicurata. È alto anche il consumo di contenuti sul web attraverso una Smart Tv o dispositivi esterni che consentono il collegamento al web.

Proprio l'uso di Smart Tv fa segnare un vero e proprio balzo in avanti: sono in crescita del 20,6% rispetto al 2017 e nel 2019 quasi una famiglie su tre con la Tv ha almeno una smart Tv connessa ad internet (il 31,7%).

Nelle famiglie composte di soli over 65 ci sono meno dispositivi tecnologici, ma sono proprio questi nuclei - in particolare quelli dove si conta più di un componente - quelli in cui cresce maggiormente l'utilizzo di tutti i device e che quindi hanno maggiore potenzialità di crescita. Gli over 65 che vivono da soli sono i meno connessi e i meno dotati di tecnologie, ma non rinunciano né alla tv, né al telefono, due strumenti che consentono loro di entrare in contatto con il mondo e di sentirsi, così, meno soli.

La ricerca segnala poi che le famiglie di soli stranieri - mediamente più giovani di quelle italiane, con figli e all'interno almeno un minore e un componente che lavora - hanno un disperato bisogno di tecnologie e di strumenti di comunicazione, ma il corredo tecnologico domestico è meno ricco di quello delle abitazioni in cui vivono solo italiani o famiglie miste.

Il livello socio-economico più basso dei cittadini stranieri rispetto alla media di nuclei famigliari italiani può essere un elemento penalizzante per una loro avanzata massiccia nei consumi di media e comunicazione, ma l'insieme delle altre caratteristiche sembra indicare che questi nuclei sono destinati a progredire rapidamente nella piramide sociale e, di conseguenza, anche in quella della dotazione di media e nuove tecnologie.

(Segue)