Anziano trovato morto in casa a Livorno, in manette l'ex badante e il compagno

·1 minuto per la lettura

Una coppia è stata arrestata per l'omicidio di un 94enne a Livorno. L'anziano era stato trovato lo scorso 27 agosto senza vita in casa in zona Garibaldi, a Livorno, dai sanitari del 118. I soccorsi erano stati chiamati dal figlio che non riceveva dal padre risposte alle sue insistenti telefonate. La Procura locale, che ha diretto le indagini, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno e del Nucleo Investigativo di Livorno ha dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del locale Tribunale nei confronti di un uomo e una donna conviventi, ritenuti responsabili dell’omicidio volontario, della rapina aggravata e del furto aggravato.

L’esame preliminare effettuato sul posto dal medico legale e le tracce trovate dai militari fornirono da subito conferme sulla morte violenta del 94enne ucciso, secondo gli investigatori, da una donna, che già in passato aveva assistito l’anziano come badante, e dal suo compagno convivente. I due, approfittando dello stretto rapporto di confidenza e di natura affettiva con la vittima, nel pomeriggio del 27 agosto scorso, lo immobilizzarono per poi ucciderlo, spaccando la cassettina nascosta dietro lo specchio del bagno che i due sapevano contenere gioielli e soldi. A causare la morte, verosimilmente, un evento traumatico che potrebbe aver portato al decesso per asfissia dell’anziano livornese. I due sono stati portati rispettivamente alla Casa Circondariale di Livorno e nella sezione femminile di quella Pisa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli