Appalti pilotati e tangenti “a rate”: 11 arresti in Lombardia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 mag. (askanews) - Un giro di tangenti pagate "a rate" e di appalti pilotati per l'affidamento dei servizi di ristorazione collettiva in scuole e istituti per anziani, e di servizi di pulizia in uffici pubblici nelle provincie di Milano, Bergamo e Brescia . Ruota attorno a questo impianto accusatorio l'operazione della Guardia di Finanza che ha portato a 11 arresti (3 in carcere e 8 ai domiciliari) anche tra dipendenti pubblici.

Il provvedimento, firmato dal gip di Milano, arriva a coronamento delle indagini condotte dalle Fiamme Gialle sotto il coordinamento della procura: nel mirino degli investigatori sono finiti 11 contratti di fornitura, per un valore complessivo di 39 milioni di euro, sottoscritti da diversi enti locali dell'hinterland milanese e lombardo (come i comuni di Buccinasco, Cornaredo e Mediglia, nel Milanese, Ranica, in provicia di Bergamo, e Flero, nel Bresciano) a favore di imprese "collegate" ai vari indagati o comunque a pagare una "tangente" compresa fra l'1 e il 2 % del prezzo a base d'asta della gara.

Un sistema corruttivo collaudato e basto sull'acquisizione, dietro pagamento, di informazioni riservate da complici che facevno parte delle commissioni aggiudicatrici o delle diverse stazioni appaltanti che servivano ad impostare bandi di gara personalizzati e confezionati "su misura" per l'azienda da favorire. E' inoltre emerso come le "tangenti" venissero pagate "a rate" per tutta la durata della fornitura.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli