Appalti pilotati in Lombardia, pg: condannare Garavaglia a 18 mesi

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 ott. (askanews) - Un anno e sei mesi di carcere: è la pena chiesta dal sostituto procuratore generale di Milano, Massimo Gaballo, per il Ministro del Turismo, il leghista Massimo Garavaglia, imputato per turbativa d'asta nel processo d'appello sui presunti appalti pilotati nella sanità lombarda. Sono in tutto 12 le persone sotto accusa nel processo milanese che nel primo grado di giudizio si era chiuso con l'assoluzione di Garavaglia "per non aver commesso il fatto" e la condanna di Mario Mantovani, l'ex vicepresidente della Regione Lombardia ed ex assessore regionale alla sanità, a 5 anni e 6 mesi per corruzione, concussione e turbativa d'asta.

Secondo la ricostruzione dei magistrati milanesi, Garavaglia e Mantovani (che venne arrestato nel ottobre 2015) nel 2014 avrebbero pilotato gli esiti di una gara d'appalto per il trasporto dei malati di dialisi del valore complessivo di 11 milioni di euro a favore della Croce Azzurra Ticina, Onlus attiva nell'Alto e dell'Ovest Milanese, territori che costituiscono la tradizionale roccaforte elettorale dei due politici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli