Appello di Trump ai 'patrioti', Facebook e Twitter censurano video

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Facebook ha rimosso il video con cui Donald Trump ha chiesto ai suoi sostenitori di lasciare Capitol Hill e andare via. In un tweet, il vice presidente del social, Guy Rosen, ha parlato di "una situazione di emergenza", sostenendo che Facebook "ha preso le opportune misure d'emergenza, tra cui la rimozione del video del presidente Trump". "Lo abbiamo rimosso - ha spiegato - perché riteniamo che contribuisca piuttosto che a ridurre il rischio delle violenze in corso".

Il messaggio di Trump è stato segnalato da Twitter, che non ha cancellato il cinguettio ma lo ha segnalato impedendo le interazioni: non si può replicare a Trump e non si può retwittare il video. "Le affermazioni relative a frodi elettorali non sono dimostrate, non si può replicare a questo tweet -si legge- non si può effettuare retweet e non si può mettere il like per il rischio di violenza".