Apple, gruppi politici chiedono stop piani per controllo iMessage per immagini di abusi

·2 minuto per la lettura
Un cliente prova uno smartphone

(Reuters) - Più di 90 gruppi politici e per la difesa dei diritti da tutto il mondo hanno pubblicato una lettera aperta esortando Apple ad abbandonare i piani per la scansione dei messaggi dei bambini al fine di trovare immagini di nudità e dei telefoni degli adulti alla ricerca di immagini di abusi sessuali su minori.

"Sebbene queste funzionalità abbiano lo scopo di proteggere i bambini e ridurre la diffusione di materiale pedopornografico, siamo preoccupati che vengano utilizzate per censurare discorsi protetti, minacciare la privacy e la sicurezza delle persone in tutto il mondo e avere conseguenze disastrose per molti bambini", hanno scritto i gruppi nella lettera, che è stata riportata per la prima volta da Reuters.

La più grande campagna fino ad oggi in materia di crittografia in una singola azienda è stata organizzata dalla non profit Center for Democracy & Technology (Cdt) con sede negli Stati Uniti.

Alcuni firmatari esteri in particolare sono preoccupati per l'impatto dei cambiamenti nei Paesi con diversi sistemi legali, inclusi alcuni che fanno già da sfondo ad accesi dibattiti in materia di crittografia e privacy.

"È così deludente e sconvolgente che Apple stia facendo questo, perché in passato è stata un fedele alleato nella difesa della crittografia", ha detto Sharon Bradford Franklin, co-direttore del Security & Surveillance Project di Cdt.

Un portavoce di Apple ha detto che la società ha affrontato i problemi di privacy e sicurezza in un documento pubblicato venerdì che spiega perché la complessa architettura del software di scansione dovrebbe resistere ai tentativi di sovvertirla.

I firmatari includono diversi gruppi del Brasile, dove i tribunali hanno ripetutamente bloccato WhatsApp, di proprietà di Facebook, per non aver decriptato dei messaggi durante delle indagini penali e il Senato ha approvato un disegno di legge che richiederebbe la tracciabilità dei messaggi, che imporrebbe in qualche modo la registrazione del loro contenuto. Una legge simile è stata approvata quest'anno in India.

"La nostra principale preoccupazione è la conseguenza di questo meccanismo, come questo potrebbe essere esteso ad altre situazioni e ad altre società", ha detto Flavio Wagner, presidente della sezione brasiliana indipendente della Internet Society, che ha firmato la lettera. "Questo rappresenta un grave indebolimento della crittografia".

Tra gli altri firmatari vi sono gruppi provenienti da India, Messico, Germania, Argentina, Ghana e Tanzania.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli