Apple lancia la sfida alle serie tv di Netflix

Apple lancia la sfida alle serie tv di Netflix
Jennifer Aniston, Reese Whiterspoon e Steve Carell saranno i volti della serie The Morning Show, tra le più costose di tutti i tempi. (Photo credit should read NOAH BERGER/AFP/Getty Images)

Lo streaming video è sempre più affollato. Apple, secondo quanto riportato dal Financial Times, ha deciso di aumentare il suo investimento nel progetto Tv+ fino a 6 miliardi di dollari per produrre contenuti originali e nuovi show, diventando di fatto un competitor di Netflix, Disney e Hbo.

Il progetto

Annunciato alla convention dello scorso marzo, il progetto Tv+ della Mela partiva con un budget di circa un miliardo di dollari, ma la cifra si è gonfiata fino a raggiungere i 6 miliardi. Il potenziamento di questo settore rientra nella decisione della Apple a guida Tim Cook di puntare forte sui servizi, anche per slegare la compagnia dal mercato degli iPhone, non più redditizi come un tempo. Proprio dai servizi, inoltre, la compagnia punta a incassare 50 miliardi di dollari di ricavi nel 2020.

I nomi coinvolti

Anche i nomi coinvolti nelle produzioni saranno di primo livello. Jennifer Aniston, Reese Whiterspoon e Steve Carell, per esempio, saranno i volti della serie The Morning Show, tra le più costose di tutti i tempi, dato che il costo a episodio è superiore rispetto alle cifre spese per Il Trono di Spade, i cui episodi dell’ultima stagione si aggiravano attorno ai 15 milioni di dollari l’uno, a quanto si legge sempre sul Financial Times.

L’investimento

I 6 miliardi investiti da Apple nelle sue produzioni sono meno della metà rispetto ai 15 miliardi di dollari che Netflix ha messo sul piatto per i suoi contenuti originali nel 2019. Non sono stati comunicati i costi dell’abbonamento, anche se Bloomberg ipotizza che si possa trattare di una cifra attorno ai 9,99 dollari al mese, dopo una prima fase gratuita. A grosso modo in linea come quelli applicati dai competitors.