Apple supera Android negli Usa: in oltre 50% smartphone utilizzati

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 set. (askanews) - Apple ha superato i dispositivi Android arrivando a coprire più della metà degli smartphone utilizzati negli Stati Uniti, dando al produttore di iPhone un vantaggio rispetto al suo rivale mentre si spinge in settori come la finanza e la sanità.

Secondo i dati di Counterpoint Research, riportati dal Financial Times, il traguardo del 50%, la quota più alta dell'iPhone dal suo lancio nel 2007, è stato superato per la prima volta nel trimestre terminato a giugno. Circa 150 dispositivi che utilizzano il sistema operativo Android di Google, guidati da marchi come Samsung e Lenovo, hanno rappresentato il resto.

"I sistemi operativi sono come le religioni, mai cambiamenti significativi. Ma negli ultimi quattro anni il flusso è stato costantemente da Android verso iOS", ha affermato il direttore della ricerca di Counterpoint, Jeff Fieldhack. "Questa è una grande pietra miliare che potremmo vedere replicata in altri paesi ricchi in tutto il mondo".

I numeri si basano sugli smartphone in uso, noti come la "base installata attiva", quella che Luca Maestri, chief finance di Apple, ha soprannominato "il motore per la nostra azienda" in una conferenza a distanza sugli utili di luglio.

Questa è una categoria più ampia e significativa rispetto alle nuove spedizioni di telefoni, che oscillano da un trimestre all'altro e hanno già dimostrato la ritrovata forza di Apple.

La base installata attiva tiene conto dei milioni di persone introdotte nell'ecosistema Apple attraverso il mercato dei telefoni usati, nonché di coloro che utilizzano iPhone acquistati anni fa.

Ben Wood, analista di CCS Insight, ha dichiarato al Ft: "Non è che stiamo assistendo a un grande anno in cui Apple aumenta la sua quota di mercato del 10 o 15%, ma c'è questa combustione lenta in cui guadagnano tranquillamente più quote ogni anno".

Gli smartphone Android sono stati messi in vendita per la prima volta nel 2008, un anno dopo il debutto dell'iPhone, e hanno superato la base installata su iOS nel 2010, secondo NPD Group. Nei tre anni precedenti, Apple non ha mai avuto una quota di mercato vicina al 50%, poiché le vendite erano dominate da Nokia, Motorola, Windows e BlackBerry.

Mentre l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, si prepara a svelare l'iPhone 14 mercoledì, il traguardo appena raggiunto suggerisce che l'azienda non è mai stata in una posizione più competitiva nonostante le continue critiche sul fatto che abbia perso il suo vantaggio innovativo.

L'evento autunnale principale del gruppo negli ultimi anni è stato molto più incentrato sullo sviluppo di gadget esistenti piuttosto che sul famoso lancio di prodotti "una cosa in più" del fondatore dell'azienda Steve Jobs.

Apple dovrebbe presentare i nuovi iPhone al suo primo evento in presenza dall'inizio del Covid-19, a Cupertino, in California. Gli analisti si aspettano fotocamere migliori e una "tacca" più piccola nel display in cui sono tenuti i sensori, oltre a una versione più robusta dell'Apple Watch. Sotto la gestione di Cook, l'iPhone, un prodotto dirompente che ha generato interi settori, ha reso Apple la più grande azienda del mondo, con una capitalizzazione di mercato di 2,5 trilioni di dollari.

"Cook ha preso ciò che Jobs gli ha dato e ha costruito un impero su questo", ha detto Wood. "Perché chiunque acquisti un iPhone, che sia di seconda mano, di terza o di quarta mano, probabilmente darà ad Apple dei soldi per acquistare app, pagare per iCloud, utilizzare Apple Music o effettuare transazioni su Apple Pay. E questo è un modello che nessun altro, in realtà, è stato in grado di replicare".

Con la penetrazione di iPhone che ha raggiunto la saturazione, Cook si è spinto verso film e TV, pubblicità e pagamenti, fitness e salute, sfruttando una base globale installata di iPhone che ha superato 1 miliardo nel 2020.

Il risultato è un insieme diversificato di entrate da "servizi" che cresce costantemente a due cifre e offre margini di profitto superiori al 70%, due volte la redditività del suo business hardware.

Il numero di persone che pagano commissioni per questa gamma di servizi ha raggiunto 860 milioni nel trimestre di giugno, circa il doppio del numero di abbonati Netflix e Disney-Plus messi insieme.

Gli analisti stimano che esista ancora molto spazio per Apple per aumentare la sua quota di mercato, dato che il resto del mondo rimane dominato da Android, in gran parte a causa della sua varietà e dei costi inferiori. Cook ha recentemente affermato che il gruppo ha "stabilito un record per il trimestre di giugno per gli switcher" - i consumatori che hanno lasciato Android per iOS.