Applicato l'articolo 4 del trattato atlantico sulle consultazioni urgenti con lo stato minacciato

Truppe Nato con il segretario Stoltenberg
Truppe Nato con il segretario Stoltenberg

Missile in Polonia, convocato per oggi un vertice straordinario della Nato che ha applicato sul caso di specie l’articolo 4 del trattato atlantico sulle consultazioni urgenti con lo stato minacciato. La decisione è stata presa nelle primissime ore del mattino di oggi, mercoledì 16 novembre, dopo il summit urgente dei G7 a Bali.

Oggi il vertice straordinario della Nato

Il vertice di oggi sarà presieduto dal segretario generale Jens Stoltenberg. Secondo le agenzie si tratterà di un vertice d’emergenza della Nato “dopo quanto avvenuto in Polonia, al confine con l’Ucraina”. Tutto questo, come spiega AdnKronos riferendosi allo scenario bellico del 15 novembre, “nella giornata in cui la Russia ha lanciato decine di missili” e con un razzo che è caduto in territorio polacco provocando 2 morti.

Cosa prevede l’articolo 4 del trattato

L’annuncio della riunione “è arrivato nella serata del 15 novembre, quando la Polonia ha reso nota la valutazione del ricorso all’articolo 4 dei trattati della Nato”. Ma cosa prevede l’articolo che precede il famigerato e paventato numero 5? “Che un Paese membro, quando si sente minacciato, avvii consultazioni con gli altri alleati”. Dal canto suo Stoltenberg ha scritto su Twitter: “Ho offerto le mie condoglianze per le vittime. La Nato sta monitorando la situazione e gli alleati si stanno consultando da vicino. È importante che tutti i fatti siano accertati“.