Aquarius, Tria rinvia incontro a Parigi con Le Maire

Migranti ieri sul ponte della nave umanitaria MV Aquarius. Karpov / SOS Mediterranee/Handout via REUTERS

ROMA (Reuters) - Prosegue lo scontro tra Italia e Francia sul caso della nave Aquarius dopo che alcuni esponenti francesi hanno definito "una forma di cinismo e irresponsabilità" la decisione di Roma di impedire l'attracco dell'imbarcazione che trasporta 629 migranti.

Il ministro dell'Economia Giovanni Tria ha cancellato l'incontro di oggi pomeriggio a Parigi con il suo omologo francese Bruno Le Maire, sebbene Parigi abbia annunciato che si tratta di un rinvio ai prossimi giorni.

Tria si recherà invece domani a Berlino per incontrare il ministro delle Finanze tedesco, Olaf Scholz.

Resta al momento in agenda per venerdì prossimo la visita del premier Giuseppe Conte all'Eliseo da Emmanuel Macron, ha detto una fonte di Palazzo Chigi. Secondo una seconda fonte, "la situazione è fluida" e "oggi si capirà" qual è la decisione definitiva.

Fonti della presidenza francese riferiscono che non è arrivata alcuna richiesta di cancellazione della riunione.

È per la linea dura il vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. Nella sua informativa al Senato di stamane, il capo del Viminale ha detto che l'Italia aspetta "scuse ufficiali" dalla Francia.

L'Eliseo riferisce di non aver ricevuto alcuna richiesta di scuse dall'Italia.

La tensione tra i due Paesi si è manifestata anche sul piano diplomatico. Questa mattina, il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha detto all'incaricata d'affari dell'ambasciata francese a Roma, Anne Raulin, che l'Italia "considera inaccettabili le parole usate nelle dichiarazioni pubbliche rese nella giornata di ieri a Parigi, anche a livello governativo, sulla vicenda della nave Aquarius".

"Il ministro Moavero ha chiarito che simili dichiarazioni stanno compromettendo le relazioni tra Italia e Francia", si legge in una nota.

Un portavoce del ministero degli Esteri, in risposta, ha ribadito l'importanza del dialogo e della cooperazione con l'Italia sull'immigrazione, insistendo sulla necessità di un coordinamento Ue e di una riforma delle regole sull'asilo a livello comunitario.

Salvini ha annunciato una iniziativa comune con Austria e Germania per la revisione del regolamento di Dublino sulla accoglienza dei richiedenti asilo nella Ue.

(Angelo Amante, Massimiliano Di Giorgio, Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia