In Arabia Saudita le donne ora lavorano nelle officine meccaniche

featured 1616279
featured 1616279

Roma, 3 giu. (askanews) – Piccola rivoluzione a Gedda, in Arabia Saudita. Solo fino a quattro anni fa alle donne saudite non era concesso neanche guidare, ora lavorano anche come meccaniche.

Nell’officina Petromin Express della città costiera sul Mar Rosso ci sono Ola, Ghada e Angham a controllare olio e gomme e a riparare motori, grazie a una campagna nazionale per l’inserimento delle donne nel mondo del lavoro.

“All’inizio, i clienti erano sorpresi, alcuni sono venuti da me e mi hanno detto: ci hai scioccato, ci hai sorpreso – racconta Ola, 44 anni e madre di quattro figli – sono sorpresi che le ragazze lavorino in questo settore e ci chiedono di spiegargli come ce ne siamo innamorate, è la domanda che ci fanno più di frequente”.

“Il mio sogno era di entrare nel settore automobilistico, ma per una donna saudita questo campo non era disponibile – spiega Angham, 30 anni – così quando è arrivata l’opportunità ho fatto subito domanda e sono stata presa. Facciamo sentire le ragazze rilassate quando lavoriamo sulle loro auto. Alcune si sentono timide quando hanno a che fare con gli uomini. Non sanno come discutere con loro e non sanno cosa verrà fatto sull’auto, ma con noi sono libere di chiedere e chiacchierare”.

Resta un po’ di diffidenza da parte di molti uomini ma l’allargamento dei diritti delle donne è almeno ufficialmente al centro del programma del principe ereditario Mohammed bin Salman che punta a diversificare l’economia, dipendente quasi del tutto dal petrolio, e a mitigare l’immagine di Paese “radicale” dell’Arabia Saudita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli