Arabia saudita,migliaia musulmani in marcia per 'lapidare diavolo'

Cos

Roma, 11 ago. (askanews) - Migliaia di pellegrini di religione musulmana stanno convergendo da tutto il mondo sul ponte di Jamarat a Mina, in Arabia Saudita, vicino alla Mecca, per il tradizionale rituale della "lapidazione del diavolo", in occasione del pellegrinaggio dell'Hajj.

Il rito è cominciato con il lancio di sassolini contro un muro gigante in una simbolica lapidazione del diavolo e si tratta dell'inizio della parte più rischiosa del pellegrinaggio annuale che a causa della calca ha portato alla morte di centinaia di persone quattro anni fa.

L'Arabia Saudita, ricorda Reuters in un articolo, si gioca la sua reputazione nella tutela dei siti più santi dell'Islam, La Mecca e Medina, e organizza il più grande raduno musulmano annuale del mondo. Ha schierato quindi decine di migliaia di forze dell'ordine e medici e sta anche usando moderne tecnologie, inclusa la sorveglianza con i droni per mantenere l'ordine.

Circa 2 milioni di pellegrini, principalmente dall'estero, sono arrivati per il rituale che dura cinque giorni, un dovere religioso che almeno una volta nella vita un buon musulmano dovrebbe adempiere.