Archeologia: Arezzo, scoperta l'antica chiesa di San Donato

Arezzo, 14 dic. - (Adnkronos) - ''Una scoperta che cambia la data di origine di Arezzo e che la porta indietro ad almeno duemila anni'', al tempo dell'antica Roma. Cosi' il professor Maurizio De Vita, docente alla Facolta' di architettura di Firenze e direttore dei lavori alla Fortezza Medicea di Arezzo, ha annunciato la scoperta dell'antica chiesa di San Donato in Cremona. L'edificio a tre navate presenta la lunghezza di circa 25 metri e la larghezza di circa 10 metri. E' stata trovata anche una straordinaria cripta ben conservata.

''Indizi della presenza della chiesa li avevamo gia' sulla base della cartografia e dell'iconografia storica di Arezzo - ha aggiunto De Vita - ma non era possibile, fino ad oggi fare ipotesi sulla sua dimensione. Adesso possiamo affermare che il culto di San Donato risale quanto meno all'anno Mille ma gli scavi ci stanno riservando sorprese che potrebbero far emergere testimonianze di eta' romana e preromana. Non siamo quindi piu' di fronte ad uno scenario cinquecentesco ma probabilmente di 2000 anni fa''.

Sotto il livello di calpestio dei primi del Novecento nell'area della Fortezza, i tecnici della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana hanno portato alla luce in tutta la sua monumentalita' i resti della chiesa di San Donato in Cremona, nota dalle fonti documentarie fin dal 1098, distrutta dai francesi nell'anno 1800 e poi spoliata: l'edificio, con orientamento est-ovest, presenta la lunghezza di circa 25 metri e la larghezza di circa 10 metri; l'aula e' divisa da pilastri, di cui si sono rinvenuti i resti dei basamenti, in tre ampie navate; i muri perimetrali (larghezza un metro) risultano costruiti a sacco con un bel paramento in blocchi squadrati e sono conservati per un'altezza accertata di almeno 1,20 metri. (segue)

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno