Archeologia: rinasce Tempio d'Alatri, direttore museo Etrusco 'Sarà macchina del Tempio' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – L'operazione di restauro, avviata da qualche settimana, ha per ora permesso di smontare "tutti gli elementi architettonici realizzati alla fine dell'Ottocento in modo da verificarne lo stato, integrare quello che è integrabile, sostituire quello che è danneggiato e rivedere tutto l'impianto architettonico che è fatto con le tecniche antiche", fa sapere Nizzo che aggiunge: "Il consolidamento anche antisismico che stiamo facendo è finanziato con fondi del ministero che ci hanno consentito, dopo 45 anni, di fare un intervento di enorme rilevanza per sostituire tutte le parti che erano degradate del tempio e soprattutto per renderlo pienamente accessibile e sicuro".

Tutto ciò "in vista del prossimo progetto, già finanziato con il bando della Regione Lazio di Lazio Innova, che si chiama 'La Macchina del Tempio'. All'interno del tempio ci sarà un allestimento multimediale che consentirà di realizzare videoproiezioni a 360 gradi e un sistema di fruizione completamente immersivo e multisensoriale. Avremo un sistema di videoproiezioni non solo sulle quattro pareti ma sul soffitto e sul pavimento".

"Il pubblico si troverà su una specie di passerella e vedrà intorno a sé la ricostruzione per il momento di due narrazioni immersive che riguarderanno Alatri e la sua storia e Vulci, i due estremi della Regione Lazio. Il progetto 'La Macchina del Tempio' prevede anche un sistema di videoproiezioni notturne nel cortile di villa Giulia", conclude il direttore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli