Architettura: Biennale Venezia, la performance 'Relay' in programma il 16 e il 17 luglio

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 lug. (Adnkronos) – La Biennale di Venezia presenta la performance 'Relay', in programma il 16 e il 17 luglio al Teatro Piccolo Arsenale, nell’ambito dei Meetings on Architecture – Expanded Program della 17esima Mostra Internazionale di Architettura intitolata 'How will we live together?' e curata da Hashim Sarkis. 'Relay' è una conversazione-staffetta globale della durata di 24 ore, ideata e condotta da Adam Kaasa, Thandi Loewenson e David Burns del collettivo di ricerca Fiction Feeling Frame della School of Architecture, Royal College of Art di Londra.

"Come possiamo parlare gli uni con gli altri? Come possiamo parlare tutti insieme?”: queste le domande mosse da Relay, in un esperimento nato per attivare conversazioni e connessioni, per creare vicinanza e intimità. Il progetto vede coinvolte oltre 50 persone tra architetti, artisti, curatori e designer, in un dibattito online unico nel suo genere, in diretta dai fusi orari di tutto il mondo. Si comincerà da Venezia alle ore 12, passando via via il 'testimone della conversazione' verso ovest, facendo il giro del globo.

Ispirato a performance simili come Artangel’s Long Player Assembly (2020) e Occupy Wall Street’s ‘people’s microphone’ (2011), 'Relay' è realizzato con il supporto di School of Architecture at the Royal College of Art e di WePresent. 'Relay' sarà trasmesso in diretta streaming su https://relay.fff.industries e su alcuni siti satellite: da Accra, dall'African Futures Institute alla Nubuke Foundation, dal Filet Space di Londra e dal Frontyard a Sydney. Maggiori dettagli saranno disponibili sul sito web di Relay relay.fff.industries.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli