Architettura Roadster con struttura in alluminio composito per la massima rigidità

·1 minuto per la lettura

Tutto ha avuto inizio nel lontano 1952 con un telaio a traliccio di tubi, che nella prima SL combinava un peso ridotto con la massima rigidità torsionale possibile. Questa architettura è stata concepita per il suo utilizzo originale nelle vetture da corsa della Stella e ulteriormente sviluppata per fornire la spina dorsale per i successivi modelli come il coupé e la roadster. Quando la nuovissima icona roadster debutterà quest'anno, la base sarà composta da un’architettura completamente nuova, sviluppata da Mercedes-AMG.

Il nuovo modello sarà caratterizzata da un telaio composto da alluminio, acciaio, magnesio e compositi di fibre, capace di garantisce la massima rigidità possibile insieme a un peso ridotto. Alcune parti come il coockpit saranno in magnesio realizzato in un materiale composito in fibra con una miscela di fibre di vetro e carbonio, si tratta di uno studio molto scientifico che dimostra gli sforzi degli ingegneri per ottenere il miglior utilizzo possibile e personalizzato dei diversi materiali.

Ciò vale anche per il telaio del parabrezza in acciaio tubolare ad alta resistenza e formato a caldo. Questo, in combinazione con un sistema posizionato dietro i sedili posteriori che si estende in micro secondi, se necessario, fungendo da protezione contro il ribaltamento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli