AreaDg: Codice Rosso rischia depotenziamento protezione vittime

Bla

Roma, 5 set. (askanews) - "Ci auguriamo che l'avvio della nuova stagione politica rappresenti un'occasione di riforma in senso virtuoso" a partire "dal cosiddetto Codice Rosso". Così Area democratica per la giustizia in merito al dibattito di questi giorni sulle norme di contrasto alla violenza di genere introdotte dal precedente esecutivo sottolineando che "rischia di tradursi in un pericoloso depotenziamento della protezione della vittima e della prevenzione".

Secondo AreaDG "non tutti i casi di violenza di genere sono di uguale gravità", per questo "l'obbligo imposto al Pm di sentire entro tre giorni, a sommarie informazioni testimoniali, chi denunci reati di violenza di genere, rischia di dare a tutti i casi un'indistinta precedenza". Fattore questo che "a personale invariato, non consente di selezionare i casi di assoluta urgenza, traducendo l'intervento in un mero adempimento burocratico che manda in tilt le procure, anche le più attrezzate".

(Segue)