AreaDg: Codice Rosso rischia depotenziamento protezione vittime -2-

Bla

Roma, 5 set. (askanews) - Per le toghe progressive l'aumento delle denunce a seguito dell'entrata in vigore del Codice Rosso "va valutato positivamente perché è necessario favorire l'emersione della parte sommersa del fenomeno, ancora molto ampia", ma non si deve disconoscere un aspetto oggettivo: "il sistema normativo è adeguatamente attrezzato".

Quello che invece andrebbe fatto è "garantire un sistema di formazione della Polizia giudiziaria affinché, in collaborazione con il Pm, possa effettuare quella valutazione del rischio indispensabile per coniugare la protezione della vittima con la salvaguardia delle garanzie degli indagati". Secondo Area, poi, "si deve riconoscere che la fase delle misure cautelari non risulta efficace se non viene attivata subito la protezione della vittima e un percorso terapeutico riabilitativo degli indagati con programmi personalizzati".

(Segue)