Arezzo, calciatore di 16 anni morto a causa di un malore durante l'allenamento

Candela lutto
Candela lutto

Una tagedia sconvolge una società calcistica in provincia di Arezzo, in Toscana. Un calciatore di 16 anni che si stava allenando è stato colto da un malore, inutili i soccorsi. Il ragazzo è deceduto.

Calciatore morto a 16 anni dopo un malore durante l’allenamento ad Arezzo

Mouhssine Oussama, 16 anni, viveva in una frazione del comune di Montevarchi ed era centrocampista presso il reparto Junior dell’Arno Castiglioni Laterina, la squadra di Laterina e Castiglion Fibocchi. Nella serata di ieri, giovedì 17 novembre 2022, il 16enne stava svolgendo una sessione di allenamento quando è stato colto improvvisamente da un malore e si è accasciato a terra privo di sensi. I soccorsi sono stati immediati e, nonostante il rapido trasporto in ospedale in giovane non ce l’ha fatta. L’autorità giudiziaria non ha ancora conseganto la salma ai familiari in quanto si sta valutando se effettuare o meno un’autopsia per accertare le cause del decesso.

Il cordoglio

Sono sconvolti i suoi compagni di squadra che hanno dovuto assistere impotenti alla scena della morte di Mouhssime. Anche lo staff e la società tutta sono profondamente addolorati per quello che è accaduto. Sulla vicenda è intervenuta Simona Neri, sindaca di Laterina Pergine Valdarno, che ha scritto:

“Siamo vicini ed esprimiamo le nostre più sincere condoglianze alla famiglia, alla società Arno Castiglioni Laterina, a tutti i giovani calciatori per la perdita improvvisa del loro caro compagno di squadra. Ieri sera si è consumata nel nostro stadio una tragedia che ha scosso tutta la nostra comunità: quando viene a mancare un figlio, un ragazzo così giovane, uno sportivo appassionato, si rimane davvero impotenti ed increduli. Questa amministrazione abbraccia forte i familiari e tutti i giovani amici del nostro calciatore, volato in cielo troppo presto“.

Al cordoglio istituzionale si è aggiunto anche un messaggio della squadra di calcio del 16enne che ha scritto su Facebook:

“Facciamo nostre le parole del sindaco, ci sentiamo e saremo vicini alla famiglia del nostro giovane giocatore, in questo momento molto tragico e di intenso dolore”.