Argentina, Macri perde primarie: tracollo per la borsa e il peso -3-

Fco

Roma, 13 ago. (askanews) - Il presidente è stato sconfitto dal suo rivale di centro-sinistra, Alberto Fernández, che è ora considerato il favorito per le elezioni presidenziali di ottobre. Sua alleata è l'ex presidente Cristina Fernandez de Kirchner, leader di un'amministrazione ricordata per l'alto grado di protezionismo e un pesante intervento statale nell'economia.

L'Argentina è un Paese che ha sofferto tutti i tipi di problemi economici che sono insegnati nei libri di testo. Ma anche per i suoi standard, questo tracollo del mercato non ha precedenti. In sole due ore, un terzo dell'indice Merval (che rappresenta le azioni più scambiate nel Paese) ha perso il suo valore. Gli investitori stanno spingendo il pulsante "vendi", poiché molti credono che sarà impossibile per il presidente Mauricio Macri vincere le elezioni di ottobre. Se perdesse, sarebbe la fine di un'agenda filo-imprenditoriale per salvare l'economia argentina che è stata attuata da quando Macri è salito al potere nel 2015, che include prestiti del Fondo Monetario Internazionale, misure di austerità e la fine dei controlli sui capitali.