Aria nella pancia: cosa mangiare e tutti i consigli per eliminarla

aria stomaco

L’aria nella pancia è un problema comune: alcune persone risentono di questo fastidio saltuariamente, ma per molti individui è una problematica cronica.

Aria nella pancia: cosa mangiare

Una tipologia di alimenti che spesso sono causa del problema sono quelli di origine vegetale come i legumi e le verdure. Questi sono cibi essenziali per una sana alimentazione, ma devono essere consumati con moderazione, e nei casi di aria nella pancia abbondante o cronica sicuramente eliminati e sostituiti da altri alimenti. Inoltre il procedimento di masticazione e digestione delle specie vegetali comporta una maggiore introduzione di aria e quindi fa aumentare il gonfiore. I principali vegetali da non mangiare sono sicuramente i legumi, in particolare i piselli, le lenticchie, i fagioli borlotti e i cannellini. Sebbene abbiano una percentuale minore di fibre devono anche essere limitate o evitate le fave, i ceci e i lupini.

Per quel che concerne le verdure bisogna considerare che tutti i vegetali allungano i tempi di digestione, e per questo sono cibi che producono più aria all’interno del intestino. Si dovrebbe cercare di evitare le verdure a foglia larga e a foglia lunga, le più pericolose per l’aumento del gonfiore addominale. A questo si aggiungono le cipolle, tutti i tipi di cavoli, i broccoli, le carote, i peperoni, i porri, i funghi e le patate. Anche le melanzane non sono appropriate se si intende eliminare l’aria nella pancia. Due vegetali che al contrario contrastano attivamente il gonfiore addominale sono i finocchi e i carciofi, che facilitano la digestione attivando la funzionalità delle vie biliari e possono essere cucinati o addirittura mangiati a crudo. Come vedremo nel prossima paragrafo ci sono numerosi accorgimenti per eliminare l’aria.

Consigli per eliminare l’aria dalla pancia

Agire su ciò che si mangia e soprattutto come si mangia sono i primi step per intervenire sull’addome gonfio. Per eliminare l’aria nella pancia ci sono delle azioni che si possono intraprendere, che in tempi abbastanza veloci possono sgonfiare il ventre. Ad esempio un accorgimento per chi non vuole o non può togliere dalla propria alimentazione i legumi è quello di cuocerli bene con l’aggiunta di un pizzico di bicarbonato sciolto nell’acqua. In tal modo si limita la loro fermentazione nello stomaco e di conseguenza l’aria nella pancia.

Un ulteriore metodo per consumare correttamente verdure e legumi è quello di cucinarli sotto forma di passato o vellutata, e preferire i germogli che hanno ottime proprietà ed una eccellente qualità di fibre, ma sono più digeribili. In questo caso è importante ricordare però che i germogli non hanno la stessa quantità di proteine e carboidrati, che quindi devono essere assunti in altro modo. È molto importante aggiungere nella cottura dei cibi tutte quelle erbe aromatiche, che favoriscono il corretto equilibrio della flora intestinale ( un’alterazione della flora batterica può causare anche la candida nelle donne) ed hanno proprietà anti-gonfiore.

Tra queste ci sono il basilico, il rosmarino, i semi di finocchio, il cumino e molte altre che agiscono attivamente nell’eliminazione dell’aria nella pancia. Queste erbe possono essere anche consumate come tisane o in forma di integratori. Un alimento che è diventato di uso comune è lo zenzero, che vanta numerose proprietà soprattutto nella riduzione dei gas intestinali. Lo zenzero si può masticare o assumerlo aggiungendolo ad una tazza di acqua calda come un infuso. A ciò si deve aggiungere una vita regolare, evitando fonti di stress e cercando di praticare attività sportiva. Una volta ristabilita una corretta alimentazione anche grazie ad un nutrizionista, praticare delle attività favorisce l’eliminazione dell’aria dalla pancia.