Armato di spada contro gli studenti. Un morto e dieci feriti in Finlandia

È di un morto e dieci feriti il bilancio dell'attacco in un un istituto professionale a Kuopio, in Finlandia. Lo rendono noto i media locali. L'aggressore, armato di spada e di una pistola, è anch'egli uno studente dell'istituto, che è stato arrestato dopo che un agente, per fermarlo, lo aveva ferito a colpi di pistola.

Almeno due delle persone ricoverate, riferisce la rete televisiva Mtv, sono in gravi condizioni. La vittima è una ragazza che, secondo fonti di polizia riportate da Iltalheti, era l'obiettivo dell'attacco. L'identità dell'aggressore non è ancora nota. 

I testimoni hanno raccontato che l'uomo era entrato in classe, aveva tirato fuori la spada da una borsa e aveva iniziato a colpire più persone possibile. "Ha colpito una ragazza al collo con la spada e l'ha trafitta allo stomaco", ha riportato un testimone oculare al quotidiano Keskisuomalainen. L'aggressore avrebbe inoltre detonato "una sorta di piccole bombe incendiarie". 

Un'altra testimone oculare, Roosa Kokkonen, che lavora in un garage di fronte alla scuola, ha raccontato a Mtv di aver visto un'insegnante uscire di corsa dall'istituto con la mano che grondava sangue. "Mentre la stavo aiutando, ho iniziato a udire grida d'aiuto. Gli studenti stavano scappando via per rifugiarsi nel mio garage", ha aggiunto.

Con un totale di 73 omicidi nel 2017, la Finlandia è considerata una nazione relativamente sicura ma tra la popolazione le armi da fuoco sono molto diffuse. Il 23 settembre 2008, nell'Università di Kauhajoki, un altro studente ventiduenne uccise dieci persone con una pistola semiautomatica prima di uccidersi con la stessa arma.