Armenia teme scontri con Azerbaigian degenerino in guerra

Un'immagine che riprende presunti soldati Azerbaigiani in una posizione non indetificata in Armenia

LONDRA (Reuters) - L'Armenia ha detto che c'è il rischio che gli scontri con l'Azerbaigian possano degenerare in guerra, invitando gli Stati a prestare maggiore attenzione alla grave situazione che, secondo Yerevan, potrebbe portare a un altro grande conflitto nell'ex Unione Sovietica.

Armenia e Azerbaigian, in lotta da decenni per il Nagorno-Karabakh, si sono accusati a vicenda di aver dato il via a una serie di scontri di confine iniziati il 12 settembre.

In un'intervista rilasciata a Reuters, il viceministro degli Esteri armeno Paruyr Hovhannisyan ha detto che finora sono stati uccisi circa 50 soldati armeni e feriti tre civili, anche se ha avvertito che questo bilancio potrebbe aumentare in modo significativo.

Alla domanda sui rischi di un'escalation verso una guerra vera e propria, Hovhannisyan ha detto: "C'è un rischio evidente"

"Sapete quanto sia fragile la situazione nella nostra regione", ha detto Hovhannisyan. "La situazione, come abbiamo appena detto, continua ad aggravarsi"

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)