Armi in Usa, migliaia in piazza per chiedere leggi più severe

(Adnkronos) - Decine di migliaia di americani, in particolare giovani, sono scesi in piazza a Washington e in altre città americane per chiedere leggi più severi sul controllo delle armi dopo la strage della scuola di Uvalde e di fronte al susseguirsi delle sparatorie negli Usa. Circa 40mila persone hanno risposto nella capitale all'appello di March for our Lives, l'organizzazione fondata da ragazzi sopravvissuti alla strage della scuola di Parkland nel 2018 per una prima marcia contro le armi che quattro anni fa mobilitò un milione di persone.

"Tutti gli americani hanno il diritto di non essere coinvolti in sparatorie, il diritto alla sicurezza: in nessun modo la Costituzione assicura il diritto ad un accesso non controllato alle armi da guerra", ha detto durante la manifestazione David Hogg, uno dei ragazzi di Parkland che ha fondato il movimento anti-armi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli