Armie Hammer replica alle accuse di cannibalismo e lascia il film con J.Lo

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
REUTERS/Lucas Jackson
REUTERS/Lucas Jackson

Dopo essere stato accusato sui social di praticare il cannibalismo e il vampirismo, l’attore Armie Hammer ha rotto il silenzio definendo gli attacchi online “viziosi e falsi”: “Non voglio replicare a queste cavolate, a queste sporche insinuazioni”.

L’interprete di “Chiamami col tu nome” e di “The Social Network” sarebbe dovuto partire per la Repubblica Domenicana, dove avrebbe girato la commedia d’azione “Shotgun Wedding” con Jennifer Lopez, ma Hammer ha deciso di farsi da parte per rimanere con la famiglia: “Alla luce di queste vergognose e false accuse nei miei confronti, non posso ora, in buona coscienza, lasciare i miei figli per quattro mesi per girare un film nella Repubblica Dominicana“, ha fatto sapere in una dichiarazione.

Un portavoce della produzione ha dichiarato all'agenzia di stampa PA: "Data la data di inizio imminente di “Shotgun Wedding”, Armie ha chiesto di allontanarsi dal film e noi lo supportiamo nella sua decisione".

GUARDA ANCHE: Armie Hammer: Capodanno in quarantena per amore dei figli

GUARDA ANCHE: Armie Hammer e la foto segnaletica... dal passato