Arpa: valori dell’ozono oltre i limiti in quasi tutta la Lombardia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 lug. (askanews) - Il forte irraggiamento solare di questi giorni ha favorito l'incremento delle concentrazioni di ozono in gran parte del territorio della Lombardia, dove negli ultimi due giorni sono rimaste sotto la soglia di informazione dei 180 microgrammi per metrocubo soltanto le province di Cremona, Mantova e Sondrio. Lo ha riferito in una nota l'Arpa Lombardia, spiegano che il limite è stato invece superato per due giorni consecutivi nelle province di Monza e Brianza (con un massimo orario di 226 microgrammi per metrocubo nella stazione del Parco), e di Como, con 219 a Cantù.

Nelle restanti province, dove lo sforamento della soglia è avvenuto soltanto nella giornata di ieri, i valori più alti sono stati registrati nelle stazioni di Cormano (Milano) con un massimo orario di 188 microgrammi per metrocubo, di Saronno (211) nella provincia di Varese, di via Meucci a Bergamo (235), di Darfo (203) nella provincia di Brescia, di Moggio (214) nella provincia di Lecco, di Lodi-S. Alberto (188 µg/m3 ) nella provincia di Lodi e, infine, di Cornale (Pavia) con un massimo orario di 183.

Secondo il Servizio meteorologico di Arpa Lombardia, nei prossimi dieci giorni la nostra regione sarà interessata da una nuova ondata di caldo, con temperature massime superiori ai 35 gradi e con punte locali vicine ai 40. Anche le temperature minime in pianura si innalzeranno diversi gradi sopra le medie, mantenendosi quasi ovunque oltre i 20 gradi e facendo aumentare di conseguenza la serie delle notti tropicali, che in Lombardia nel suo totale ha già battuto ogni record storico climatico delle misure effettuate dal 1901 ad oggi. Le condizioni meteo si manterranno quindi sostanzialmente favorevoli alla formazione e accumulo dell'ozono.

Per minimizzare gli effetti di questo inquinante fotochimico sulla salute, specialmente nei soggetti più a rischio come bambini, anziani o persone con problemi respiratori, Arpa consiglia "di evitare il più possibile le attività all'aria aperta nelle ore di maggiore insolazione, generalmente dalle 12 alle 16. Utile anche una dieta ricca di sostanze antiossidanti a base di frutta o verdura di stagione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli