Arrestate due donne per furto in appartamento a Busto Arsizio

Asa

Milano, 28 ott. (askanews) - Due donne, sorprese in flagrante furto in appartamento, sono state arrestate sabato pomeriggio dalla volante del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, in provincia di Varese. L'allarme è scattato intorno alle 14,30, grazie a una segnalazione dei vicini, quando la volante si è precipitata in via XI Febbraio verificando che un appartamento al primo piano di un grosso condominio presentava la porta finestra del terrazzo forzata; segni di effrazione erano presenti anche su alcune porte interne e la camera da letto era completamente a soqquadro.

Nel frattempo dalla zona garage sono state viste uscire di soppiatto dai vicini due ragazze che, cercando di non farsi notare né sentire, si sono allontanate a piedi dal palazzo. Immediatamente inseguite le due sono state fermate e, dopo una perquisizione, trovate in possesso di cacciavite, passepartout, chiave inglese e pezzi di plastica rigida, tutti oggetti utilizzati per forzare serrature ed infissi. Inoltre le due nascondevano nei reggiseni monili in oro e banconote, esattamente corrispondenti a quanto era stato sottratto dall'appartamento e immediatamente restituiti alla proprietaria.

Si è poi accertato che le due ladre avevano colpito approfittando della momentanea assenza da casa della padrona di casa, uscita a fare la spesa con i figli. Le malfattrici, grazie alle impronte digitali, sono state identificate come due nomadi di 18 e 23 anni, con numerosi alias (29 quelli della meno giovane) e altrettanti precedenti. Entrambe sono state arrestate in flagrante furto con scasso in appartamento ma la ventitreenne, al nono mese di gravidanza confermato anche da una visita in ospedale, è stata rilasciata. Vi è il sospetto che si tratti delle autrici di altri furti in abitazione commessi nella zona. La 23enne era già stata segnalata dal Commissariato dopo che qualche mese fa era stata inquadrata da alcune telecamere installate in un condominio.