Arrestati ad Hong Kong sei giornalisti della testata online Stand News

·2 minuto per la lettura

AGI - Le autorità di Hong Kong hanno arrestato oggi sei giornalisti ed ex dipendenti della testata locale Stand News con l'accusa di "pubblicazione sediziosa". La polizia ha detto che più di 200 poliziotti in uniforme e in borghese sono stati schierati per perquisire l'ufficio del gionale nel distretto di Kwun Tong.

Un reporter dell'agenzia AFP ha visto il direttore di Stand News, Patrick Lam, che veniva condotto in manette nell'edificio dove ha sede la testata.

Stand News è la seconda testata giornalistica di Hong Kong presa di mira dalla polizia di sicurezza nazionale, dopo Apple Daily, che ha chiuso a giugno dopo che le autorità hanno congelato i suoi beni secondo una legge di sicurezza nazionale imposta da Pechino per frenare il dissenso. 

Anche la pop star locale Denise Ho, che faceva parte del consiglio di amministrazione di Stand News ma si è dimessa a novembre, è stata arrestata, come si legge sulla sua pagina Facebook.

Poco prima dell'alba, Stand News ha trasmesso in una diretta su Facebook le immagini della polizia di sicurezza nazionale fuori dalla porta del viceredattore Ronson Chan. Nel breve video, gli ufficiali hanno detto a Chan che avevano un mandato di tribunale per indagare sulle accuse di "cospirazione per pubblicazioni sediziose" e che Chan doveva smettere di filmare.

A Chan, che è anche presidente dell'Associazione dei giornalisti di Hong Kong, è stato chiesto di assistere la polizia nelle sue indagini, ma non è tra gli arrestati.

Gli altri finiti in manette, secondo i media locali, sono l'avvocato ed ex legislatrice pro-democrazia Margaret Ng e l'ex caporedattore di Stand News, Chung Pui-kuen.

La testata online di notizie Stand News cessa le operazioni. Lo riferisce una nota diffusa a poche ore dal raid della polizia negli uffici del medium e all'arresto di sei suoi giornalisti per "pubblicazione sediziosa". Il direttore responsabile, Patrick Lam, ha rassegnato le dimissioni e tutti i dipendenti sono stati licenziati. Il sito internet e i profili social di Stand News non saranno più aggiornati e verranno presto chiusi. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli