Arrestato cittadino siriano in Germania: “Stava preparando una strage”

arrestato cittadino siriano

La polizia tedesca ha arrestato nella mattinata di martedì 19 novembre un cittadino siriano di 26 anni che stava architettando una strage. Da quanto si apprende, il giovane è stato osservato per mesi dagli agenti che hanno scoperto i suoi piani. Il 26enne, infatti, voleva progettare un attacco per fare un grandissimo numero di vittime. Gli inquirenti avrebbero trovato sul suo cellulare alcuni messaggi scambiati su una chat di estremisti vicino all’Isis. Secondo al Polizia “l’obiettivo di quegli scambi era la preparazione di attacchi terroristici”.

Arrestato cittadino siriano

Il cittadino 26enne siriano arrestato dalla Polizia faceva le pulizie in una scuola elementare di Berlino, in Germania. Da tempo gli agenti lo tenevano sotto controllo e infatti hanno scoperto i suoi piani. L’uomo tentava di progettare un attacco che avrebbe colpito centinaia di persone. Infatti, il 26enne scambiava messaggi con estremisti vicini all’Isis che lo aiutavano a costruire una bomba. A conferma di tale ipotesi, oltre alle chat, ci sarebbe l’acquisto di perossido di acetone (Tatp), un particolare esplosivo utilizzato in numerosi attacchi di matrice islamica. La sua abitazione è stata perquisita.

I commenti della politica

Il ministro degli Interni di Berlino, Andreas Geisel (Spd), ha spiegato che mancano le indicazioni precise nelle quali doveva avvenire l’attentato. Tuttavia, “partiamo dal presupposto che il pericolo fosse grande” ha spiegato. Infatti, nelle chat al vaglio della Polizia, il 26enne si riferiva spesso all’uccisione di più persone possibili. Infine, Geisel ha ricordato che il siriano era controllato da mesi 24 ore su 24 dagli agenti.