Arrestato in Germania ed estradato in Italia trafficante droga

Mpd

Roma, 10 ago. (askanews) - Un albanese di 28 anni ritenuto inserito organicamente nell'associazione finalizzata al traffico di droga, oggetto dell'inchiesta denominata "Operazione Underground", grazie alle indicazioni fornite dai Carabinieri della Compagnia CC di Viterbo ed all'apporto del Servizio di Cooperazione Internazionale del Ministero dell'Interno, è stato localizzato ed arrestato in Germania dalla polizia tedesca ed estradato, successivamente in Italia.

Il giovane, per diverso tempo gravitante nel viterbese ed in particolare a Canepina - risulta destinatario dell'ordinanza di custodia cautelare e del Mandato di Cattura Europeo (M.A.E.) emessi dal G.I.P. del Tribunale di Roma, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, ai quali si era sottratto lo scorso 13 giugno, perché sfuggito nel frattempo in Germania, dove si era stabilito, trovando un'occupazione come operaio.

Si tratta del secondo indagato localizzato ed arrestato all'estero. Il primo veniva arrestato - sempre su indicazione dei Carabinieri di Viterbo ed alla collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale - in Spagna.

Secondo l'ipotesi accusatoria, l'albanese arrestato in Germania avrebbe partecipato all'associazione con l'incarico di provvedere, fin dal 2012, alla cessione di droga agli assuntori/clienti.