Arrestato Joshua Wong, uno dei leader delle proteste di Hong Kong

Rea

Roma, 8 set. (askanews) - Joshua Wong, uno dei leader delle proteste di Hong Kong, è stato arrestato questa mattina all'aeroporto di ritorno da un viaggio all'estero con l'accusa di aver violato le condizioni della libertà su cauzione cui è sottoposto. È lo stesso Wong a darne notizia sui social: "Sono stato arrestato dalla polizia per 'violazione delle condizioni della cauzione' questa mattina all'aeroporto e ora sono detenuto in custodia".

Wong sottolinea comunque che il primo parere legale suggerisce che "la Corte aveva riconosciuto e approvato i miei viaggi in Germania e negli Stati Uniti quando ha concesso la cauzione il 30 agosto. Pertanto, si ritiene che sul certificato di cauzione siano stati commessi alcuni errori". La previsione di Wong è che "sarò rilasciato dopo l'udienza di domani mattina, quindi spero che gli amici non si preoccupino troppo.

E poi torna ad a ttaccare il governo di Hong Kong: "Credo che la circostanza ridicola che sto affrontando ora sia la diretta conseguenza della persecuzione e dell'arresto politico. Riflette anche la cattiva amministrazione del governo di Hong Kong, che facendo questi errori porta alla situazione lose-lose che stiamo affrontando, anche se credo che l'incidente di oggi non sia nulla di personale contro di me".