Arrestato l'ex marito di Rita, uccisa nel Vicentino

·2 minuto per la lettura
(Photo: Rita)
(Photo: Rita)

E’ stato arrestato dai Carabinieri Pierangelo Pellizzari, l’uomo accusato di aver ucciso l’ex moglie nel vicentino. E’ stato rintracciato vicino a casa. Si era barricato, ancora con la pistola in tasca, in una abitazione di Villaga, a poca distanza dalla casa di via Quargente dove la coppia risiedeva. Ad arrestarlo sono stati i Carabinieri.

GUARDA ANCHE - Femminicidi, ministro Bonetti: "Con piena parità genere si elimina aberrante tragedia"

Per uccidere l’ex moglie Rita Amenze a Noventa Vicentina, Pellizzari ha esploso almeno quattro colpi di pistola. Secondo quanto emerso da ambienti della Procura, la donna è stata raggiunta da tre proiettili che le hanno sfigurato il volto e da uno alle spalle, dall’alto verso il basso.

La vittima ha tentato di ripararsi con le braccia, anch’esse sfiorate dai proiettili. Alla fine Pellizzari ha esploso un colpo in aria per garantirsi la fuga. I testimoni raccontano che con tutta calma ha infilato la pistola nella giacca, è salito sulla sua jeep e si è allontanato.

Una giornata drammatica anche per le dipendenti della ditta vicentina dove Rita Amenze, 30 anni, lavorava: un’azienda di inscatolamento di funghi freschi. Allo stabilimento si arriva con una stretta stradina, isolata, una laterale di Via Frassenelle., non distante dall’autostrada A31 Valdastico.

La giovane è arrivata puntuale, in macchina, al parcheggio dell’azienda, senza sospettare ciò che la aspettava: giunto prima di lei, poco dopo le 7, l’uomo ha atteso dietro ad un cespuglio, e quando l’ex moglie è scesa dall’auto ha fatto scattare l’agguato; le si è avvicinato, ha estratto una pistola e ha fatto fuoco.

Una scena scioccante per le altre operaie che dovevano iniziare il turno di lavoro. Molte hanno assistito, terrorizzate, alla scena dell’omicidio. Colpita a morte, Rita è scivolata a terra tra due auto, mentre l’assassino è salito a bordo di una Jeep grigia ed è fuggito. I testimoni hanno dato l’allarme. Subito è iniziata la caccia all’uomo, in tutta la provincia di Vicenza, con decine di carabinieri e poliziotti sulle tracce di Pellizzari.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli