Arrestato a Roma manager lettone ricercato da russi, difesa: "Intervenga ministra Cartabia"

(Adnkronos) - “Auspichiamo un intervento della ministra Cartabia per la scarcerazione del mio assistito, almeno provvisoria, è evidente che non ci sono le condizioni per l’estradizione in Russia”. Così all’Adnkronos l’avvocato Alexandro Tirelli, difensore di Sergejs Malikovs, il manager 48enne della Lettonia, arrestato e portato in carcere domenica scorsa a Roma sulla base di una segnalazione Interpol emessa su richiesta della Russia, che lo accusa di reati finanziari tra cui riciclaggio. L’uomo, come scrive oggi ‘Il Messaggero’, si trovava nella Capitale per una vacanza.

“Il mio assistito è arrivato in albergo a Roma e nel momento in cui si è registrato è scattata la segnalazione Interpol – spiega il difensore - Al di là di cosa deciderà la Corte d’appello, non credo proprio possano esserci le condizioni per estradarlo in Russia, a maggior ragione ora con la guerra. Già abbiamo una giurisprudenza abbastanza contraria a estradare persone in Russia, tra l’altro Malikovs ha fondato il partito socialdemocratico della Lettonia”.

“Ora il ministro della Giustizia russo ha 30 giorni per chiedere l’estradizione alla ministra Cartabia. Noi però – conclude l’avvocato Tirelli – auspichiamo intanto un intervento della Guardasigilli per la scarcerazione del mio assistito”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli