Arrestato scafista su Ocean Viking, migranti: “1.000€ per il viaggio”

Scafista Ocean Viking

Individuato e arrestato un presunto scafista giunto a Pozzallo a bordo della nave Ocean Viking. Si tratta di un ragazzo di 19 anni, al cui fermo hanno contribuito le testimonianze di alcuni migranti presenti sulla medesima imbarcazione.

Arrestato scafista su Ocean Viking

La nave delle Ong Sos Mediterranée e Medici Senza Frontiere è sbarcata nel porto siciliano, dove è giunta con 104 persone a bordo dopo il via libera arrivato dal Viminale. Tra loro presenti anche 41 minori, di cui 14 con meno di quindici anni. Due di loro sono inoltre stati ricoverati per problemi respiratori, insieme a due donne in stato di gravidanza.

Subito dopo le operazioni di sbarco e soccorso ad opera delle forze dell’ordine, queste ultime sono risalite al giovane di origini ivoriane. La Polizia di Ragusa ha infatti raccolto diverse testimonianze tra i migranti appena giunti in Italia, che hanno identificato in lui uno scafista che cercava di confondersi sull’imbarcazione.

Stando alle loro parole, costui avrebbe avuto diversi contatti con i libici e non si sarebbe mai trovato nei luoghi che ospitano le persone prima delle partenze. In più i migranti hanno raccontato di aver pagato circa 1.000 euro per poter venire in Italia. Una volta accertate le accuse, il presunto scafista è stato condotto presso la casa circondariale di Ragusa. Qui dovrà rispondere dei reati per cui è stato disposto il fermo a suo carico. Con questo arresto salgono a 17 i fermati nel 2019 nel porto di Pozzallo con l’accusa di traffico illegale.