Arrestato un insegnante di musica con oltre un milione di file e video pedopornografici

·1 minuto per la lettura

AGI - Un uomo di 49 anni è stato arrestato dalla polizia di Ancona, colto in flagranza di reato, per il possesso di oltre 1 milione di file e video pedopornografici riguardanti minori tra i 6 e i 13 anni coinvolti in atti sessuali con adulti.   

Il materiale è stato trovato dagli uomini della polizia postale nel corso di una perquisizione locale e informatica delegata al compartimento polizia postale e delle comunicazioni di Ancona dalla locale procura della Repubblica. 

L'indagine, coordinata dal servizio polizia postale e delle comunicazioni, Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online, è nata dalla segnalazione presentata da un organismo internazionale e gli accertamenti investigativi hanno consentito di correlare altre 8 segnalazioni dello stesso organismo e di identificare il destinatario della perquisizione, un musicista senza precedenti penali, che in passato aveva dato lezioni anche a ragazzi minori (ma su questo non sono emersi comportamenti contra legem).   

 

Il musicista, spiegano gli investigatori, conservava i file all'interno di vari hard disk, supporti ottici e uno smartphone, dove erano minuziosamente suddivisi in diverse cartelle ordinate per tipologia di foto/video ed età delle vittime. L'analisi del materiale ha permesso di acclarare che la raccolta delle foto e video durava da circa 20 anni.  L'arresto è stato convalidato dal gip. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli