Arresti Casamonica, amore per una donna port contrasti in clan -2-

Nav

Roma, 16 giu. (askanews) - "Un ruolo talmente rilevante da essere paritetico a quello del marito" svolto da Gelsomina Di Silvio, ai pi nota come 'Silvana'. Per gli inquirenti l'anziana donna ha avuto ruolo determinante nella gestione degli affari del clan Casamonica. Cos come gli uomini. "La partecipazione della predetta indagata all'associazione - scrive il gip - stata riferita da una collaboratrice di giustizia, la quale le ha peraltro attribuito un ruolo significativo, in quanto sostanzialmente paritetico a quello del marito e non subalterno come consuetudine negli altri nuclei familiari del clan".

Un ruolo giudicato idoneo a partecipare alla fase decisionale della pianificazione delle attivit illecite con il marito. "Da noi comandava Gelsomina, - riferisce la 'pentita' - io non lo so perch!? Perch lei diavolo!? Finch c'era la famiglia unita, ma dopo successo che lui andato via. Gelsomina impazzita, non per questa per queste corna, la vergogna che gli ha dato tra altri zingari, perch per lei quello, mica per l'amore del marito, ma per la vergogna che gli ha dato il marito che l'ha lasciata per un'altra donna. Lei impazzita, voleva che noi andavamo ad ammazzare Carolina, voleva (parola incomprensibile) faceva un casino". "Lei, - si legge in un altro passo dell'ordinanza- anche dagli zingari, lei viene vista diversamente".