Arresti Casamonica, gip: Coronavirus terreno fertile per clan

Nav

Roma, 16 giu. (askanews) - "Deve rilevarsi, con riferimento a tutti i predetti indagati, l'attuale, concreto e gravissimo pericolo di reiterazione di fatti analoghi a quelli per cui si procede, desumibile dall'attuale situazione di criticit economica delle aziende e delle famiglie determinata dall'emergenza sanitaria internazionale in atto (nota come emergenza epidemiologica da covid-19), che sta determinando gravissimi effetti sul tessuto economico e produttivo dell'intero Paese". Cos il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Roma, Zsuzsa Mendola, scrive in un passo dell'ordinanza di custodia cautelare eseguita oggi nei confronti di 20 persone ritenute facenti parte del clan Casamonica.

"In tale contesto di difficolt e di estrema fragilit economica e sociale della cittadinanza, certamente concreto il pericolo del ricorso a forme illecite di finanziamento per il conseguimento di immediata liquidit e di conseguenza il pericolo di reiterazione da parte degli indagati dei delitti fine in contestazione. La grave situazione di congiuntura economica e sociale, che sta permeando l'intero territorio nazionale, certamente rende pi vulnerabili i cittadini e costituisce terreno fertile per il rafforzamento del potere criminale e intimidatorio, che il clan Casamonica ha gi ampiamente dimostrato di possedere sulla citt di Roma, e per la sua ulteriore estensione e diffusione".