Arresti di Autostrade, sgomento della famiglia Benetton: il comunicato

autostrade italia

E’ forte la tensione tra la famiglia Benetton e l’amministratore delegato di Atlantia Giovanni Castellucci. La situazione era già piuttosto delicata in seguito alla vicenda che ha riguardato il crollo del Ponte Morandi: adesso pare essersi aggravata per via della nuova vicenda che riguarda Autostrade: tre arresti e nove misure cautelari sono state eseguite nella giornata di venerdì 13 settembre 2019 nell’ambito dell’inchiesta bis che riguarda sostanzialmente i report sulle condizioni dei viadotti gestiti proprio da Autostrade.

Il comunicato della Famiglia Benetton

«Edizione srl che detiene il 30,25% di Atlantia, che a sua volta controlla Autostrade per l’Italia, esprime il suo sgomento e il suo turbamento per quanto emerso nelle ultime ore a seguito della doverosa attività svolta dall’autorità giudiziaria ed esprime assoluto rispetto per il lavoro svolto dalle autorità competenti. Edizione prenderà senza esitazione e nell’immediato tutte le iniziative doverose e necessarie, anche a salvaguardia della credibilità, reputazione e buon nome dei suoi azionisti e delle aziende controllate e partecipate». Ha mostrato così il proprio disappunto la famiglia Benetton, attraverso un comunicato.

Si attende intanto lunedì 16 settembre 2019, data in cui verrà convocato un Consiglio d’ amministrazione di Autostrade per l’Italia in via straordinaria. Lo ha comunicato la società stessa attraverso una nota che tra l’altro dichiara la sospensione con effetto immediato dei dipendenti interessati da provvedimenti cautelari. E’ insomma cattiva l’aria che tira tra la famiglia Benetton e la società Atlantia: la tensione si è aggravata in seguito alla vicenda che riguarda Autostrade e che ha portato a nove misure cautelari e tre arresti.