Arresto De Vito, le reazioni del Pd: "Siamo garantisti sempre", ma si chiede la testa di Virginia Raggi

Huffington Post

Le prime reazioni del mondo Dem sull'arresto di Marcello De Vito, presidente del Consiglio comunale di Roma, sono tutte in linea con l'anima garantista del partito. Marco Miccoli, coordinatore della Comunicazione del Pd, dichiara: "Non abbiamo nulla da dichiarare sulla vicenda giudiziaria che riguarda il presidente del Consiglio comunale di Roma, Marcello De Vito. Fiducia nella magistratura. Se daremo un giudizio, lo daremo alla fine dell'iter processuale. Lo dico ai 5 Stelle: noi siamo garantisti sempre. Non a secondo delle convenienze e delle persone che vengono indagate".

Più dura Anna Ascani, che su Twitter scrive: "Marcello De Vito, presidente 5 Stelle del Campidoglio, è stato arrestato per presunta corruzione. Il partito del buffone #Giarrusso ora chieda scusa agli italiani per anni di giustizialismo manettaro". Concludendo: "Faccia mea culpa e impari il garantismo".

Le fa eco Emanuele Fiano che sull'arresto scrive su twitter: "Quindi stamattina il quesito è: i grillini oggi saranno più o meno garantisti? Saranno garantisti come con #Salvini o giustizialisti come con #Zingaretti?".


Ma non tutti sposano la linea del garantismo. Michele Anzaldi su facebook scrive: "Il Movimento 5 stelle che ieri chiedeva in massa le dimissioni di Nicola Zingaretti per un'indagine dove viene accusato da una persona terza che...

Continua a leggere su HuffPost