Arriva dalla Sardegna l’ennesima vicenda che mette in luce il lato umano della Benemerita

·1 minuto per la lettura
I carabinieri di Alà che aiutano l'uomo
I carabinieri di Alà che aiutano l'uomo

A Sassari un disabile ipovedente senza soldi ed elettricità chiama i Carabinieri e i militari gli comprano cibo e candele. Arriva dalla Sardegna l’ennesima vicenda che mette in luce il lato umano della Benemerita, vicenda che vede come protagonista un cittadino di Alà dei Sardi che vive da solo e senza soldi ed è disabile perché affetto da cecità parziale.

Sassari, disabile senza mezzi di sostentamento chiama i Carabinieri

L’uomo si era ritrovato anche senza elettricità perché la fornitura gli era stata interrotta per morosità. A quel punto il 60enne ha trovato naturale chiamare i Carabinieri e chiedere aiuto. Una pattuglia è arrivata a casa sua e i militari dell’equipaggio non ci hanno pensato su due volte: gli hanno fatto la spesa ed acquistato oltre al cibo anche delle candele per la notte e “attivandosi per dargli ulteriore assistenza”.

Disabile di Sassari moroso e senza cibo chiama i Carabinieri che lo aiutano

I militari della locale Stazione dei Carabinieri locale inviati erano stati all’indirizzo fornito al telefono al 112 dallo stesso uomo. Il 60enne ha parlato con l’operatore della centrale operativa della Compagnia dei carabinieri di Ozieri della sua situazione e il centralinista ha inviato i colleghi.

Allertati i Servizi sociali per il disabile di Sassari che ha chiamato i Carabinieri

Dal canto suo il Comandante di Stazione ha immediatamente avvertito il Sindaco della cittadina sarda allo scopo di attivare i Servizi Sociali ed evitare che l’indigenza estrema del cittadino potesse perdurare. E dall’Arma hanno commentato: “Gesti semplici, purtroppo non sempre risolutivi, ma che vedono i Carabinieri sempre pronti a farsi parte attiva di fronte ai problemi della comunità”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli