Arriva il coprifuoco in Calabria, da lunedì stop agli spostamenti da mezzanotte alle 5

Gabriele Bartoloni
·1 minuto per la lettura
il pianto di Nino Spirli all'uscita della casa di Iole Santelli a Cosenza.ANSA\ARENAFOTO (Photo: ANSA)
il pianto di Nino Spirli all'uscita della casa di Iole Santelli a Cosenza.ANSA\ARENAFOTO (Photo: ANSA)

Firmata l’ordinanza restrittiva dal governatore della Calabria Nino Spirlì. Il provvedimento – valido da lunedì fino al 13 novembre – prevede lo stop agli spostamenti su tutto il territorio regionale da mezzanotte fino alle 5 del mattino e la sospensione delle attività scolastiche per medie e superiori a partire dal 26 ottobre. Stop anche alle lezioni negli atenei universitari, tranne per quelle attività per le quali sarà necessaria la presenza in aula. Sarà obbligatorio portare la mascherina quando si esce e indossarla nei luoghi al chiuso quando non è possibile mantenere “in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi”.

L’ordinanza, inoltre, prevede una serie di misure per evitare che il contagio si diffonda all’interno degli ospedali. Viene infatti previsto il divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso. Per parenti e visitatori è vietato l’accesso presso le strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (Rsa), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.